Primo estratto del Libro delle Terre del Fuoco periodo ignoto

Inizialmente Kronox e Tranox collaboravano insieme per mantenere l’equilibrio sul regno degli Uomini.

Kronox, quale custode della creazione, era nel regno degli Uomini il drago più amato e venerato, di contro Tranox, quale custode della distruzione e del regno dei morti, era assai temuto e rifiutato.

Benché i draghi primordiali si distinguessero per uno stato di coscienza superiore a tutte le debolezze ed emozioni terrene, essi ne conoscevano ogni sfumatura ed il rifiuto di queste non era una condizione imposta dagli dèi, bensì una scelta, dettata dalla necessità di realizzare la missione per la quale essi erano stati generati.

Si racconta che, nonostante questa apparente uguaglianza fra i due, Tranox non fosse pienamente fiero del ruolo affidatogli, quale custode di morte e distruzione. Pare dunque che nel profondo del suo spirito egli covasse i germi della gelosia per il più nobile compito affidato al gemello. Questi oscuri sentimenti crebbero a tal punto che la gelosia divenne odio nei confronti di Kronox e degli Uomini, ai quali il drago dorato appariva come l’incarnazione stessa degli dèi.

Quello di cui qui si racconta, fu senza ombra di dubbio il tempo più oscuro di tutta la storia, l’epoca in cui gli equilibri scritti dagli dèi vennero 

piegati dai mali terreni, gli anni in cui gli esseri perfetti, gli archètipi della creazione, divennero una minaccia inaspettata.

L’odio germinava nello spirito del guardiano della morte generando collera ed un’oscura ambizione: la ricerca del predominio e della sottomissione, che presto divenne un obiettivo, uno scopo da perseguire con ogni mezzo, il raggiungimento del potere assoluto ed incontrastato.

Meditando e ponderando con sinistra pazienza, egli raggiunse la consapevolezza che per sancire la propria supremazia nel mondo l’unica via era quella di sottomettere gli esseri che più di tutti suscitavano timore fra i popoli. L’unica via era sottomettere i draghi!

Ma sapeva bene che finché Kronox fosse stato vigile non sarebbe mai riuscito nel suo intento. L’unico modo per eclissare il drago dorato era quello di profanare la sacra essenza racchiusa nell’uovo primordiale, il nucleo nel quale Kronox e Tranox furono inviati nelle terre per volere divino, la cellula nota come Cuore di Drago. Ma tale abominevole scopo richiedeva qualcosa che andava oltre l’immenso potere di Tranox. Così egli vi meditò a lungo, perché tale era l’ardore con cui desiderava il dominio assoluto.